Mattia Soragni, CEO di TargetHunter è stato intervistato da Pietro Razzini della Gazzetta di Parma in merito ai trend del eCommerce Food. Riportiamo di seguito l’intervista integrale.

 “All’interno del mondo food ci sono grandi margini di crescita per la promozione della propria attività attraverso il digitale”.

Esordisce così Mattia Soragni, digital marketing strategist e CEO di Target Hunter (www.targethunter.it) la società di consulenza di digital marketing che, con un approccio strategico e analitico, accompagna le aziende anche del mondo food verso un processo di crescita progressiva che coinvolge non solo l’area marketing, ma tutte le divisioni e i processi aziendali.

Target Hunter accompagna le aziende in un processo di crescita progressiva che coinvolge non solo l’area marketing, ma tutte le divisioni e i processi aziendali.

MATTIA SORAGNI

Da un lato, la GDO che sta potenziando i suoi servizi online (come ad esempio la consegna a domicilio di Esselunga, Coop, Conad, Carrefour). Sono ancora pochi player ma iniziano a muoversi molto bene”. Dall’altro, il mondo dei piccoli produttori che iniziano a vendere food online, un mercato in forte espansione.

Una seconda grande distinzione riguarda la struttura delle aziende: ci sono le multinazionali e, soprattutto in Italia, piccole e medie imprese: “L’esperienza professionale mi ha portato a collaborare con entrambe le tipologie: nel primo caso, con bofrost, nel secondo con la start-up Mamma M’Ama. In entrambi i progetti siamo riusciti a ottenere un significativo risultato in termini di vendite e fidelizzazione clienti con un elevato ritorno sugli investimenti”.

Perché questi due esempi? Per far capire alle imprese che diversi obiettivi aziendali richiedono strategie diverse.

Imprese con strutture diverse e diversi obiettivi aziendali richiedono strategie di marketing diverse.

MATTIA SORAGNI

Nel complesso, il concetto che scaturisce dalla chiacchierata con Mattia Soragni è quello di un Paese che, dal punto di vista digitale, è ancora da educare: “Il potenziale a disposizione è enorme, soprattutto nel mondo del food e nei settori collegati”.

Spesso le aziende del settore non hanno competenze o risorse adeguate per gestire il marketing online in modo efficace. “Il mio suggerimento? Creare una strategia di marketing per costruire un piano di crescita che possa portare nuovi clienti e aumentare il loro valore nel tempo.”

Fonte: Gazzetta di Parma, 10 Aprile 2019

La tua azienda vende cibo online? Hai un eCommerce enogastronomico?

Scopri il nostro metodo ed i casi di successo nel food!